Alzati, va e non temere!

Quando si parla di Vocazione, purtroppo, ancora oggi, si pensa solo a quella religiosa o sacerdotale! Ma, non è così, perché Tutti i Battezzati sono chiamati e già inviati ad essere Testimoni e Annunciatori del Vangelo, in ogni stato o ambito, in cui sono stati chiamati e consacrati. Tutti i Cristiani, indistintamente, sono stati chiamati e mandati nel mondo come Profeti della Sua Parola e Testimoni del Suo amore.

Tutti siamo chiamati ad uscire da noi stessi, per farci dono agli altri, vivendo nella fedeltà la missione particolare a ciascuno affidata per il bene di tutti. La vera Preghiera non è chiedere-pretendere-reclamare, con orgogliosa petulanza (petere), che giunge, addirittura, a voler suggerire a Dio cosa fare e come agire, ma è l’ardente e perenne ‘quaerere’, il ricercare con tutto il cuore e la mente, attraverso l’ascolto quotidiano della Sua Parola, per conoscere il Suo disegno su di ciascuno noi e obbedirvi e rispondervi, con gioia e fedeltà. La Preghiera, che ci viene richiesta per le Vocazioni, dunque, non è recitare formule lette o imparate a memoria, ma è prendere coscienza della propria chiamata ad una precisa missione a servizio degli altri e rispondervi con coerenza, fedeltà e gioia! Pregare per le Vocazioni, allora, significa prendere coscienza del Dono e della Responsabilità della grazia della Chiamata e della Missione che già ci è stata conferita dal Battesimo e che abbiamo confermato nella Cresima, consacrato nel Sacramento del Matrimonio e dell’Ordine.

Comments are closed.