L’ORDINE DEI MINIMI HA UN NUOVO VENERABILE: P. PIO DELLEPIANE (da me conosciuto!)

21 Maggio 2018

“L’ORDINE DEI MINIMI HA UN NUOVO VENERABILE”

Promulgazione del Decreto della Congregazione delle Cause dei Santi, 21.05.2018

Il 19 maggio scorso, il Santo Padre Francesco ha ricevuto in udienza Sua Eminenza Reverendissima il Signor Cardinale Angelo Amato, S.D.B., Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi. Durante l’Udienza, il Sommo Pontefice ha autorizzato la medesima Congregazione a promulgare il Decreto riguardante:

– le virtù eroiche del Servo di Dio Pio Dellepiane, Sacerdote professo dell’Ordine dei Minimi; nato a Genova (Italia) il 4 gennaio 1904 e morto a Roma il 12 dicembre 1976.

“VITA DEL VENERABILE PIO DELLEPIANE O.M.”

“Per i miei fratelli e i miei amici
io dico:” Su di te sia pace!”.
Per la casa del Signore nostro Dio,
chiedero’ per te il bene”.
Salmo 121, 8-9

Padre Pio Dellepiane nacque la notte del 4 Gennaio 1904 alle ore 3 nella casa di via dei Canevari, 37, in Genova-Marassi.
Entrò nel Convento dei Minimi il 13 Ottobre 1924 nel Santuario di Gesù-Maria, alias S.Francesco di Paola a Genova.
IL primo Novembre 1925 iniziò il suo noviziato, al suo primo nome di battesimo Fra Pio aggiunse il nome di Stanislao per devozione all’omonimo Santo Gesuita, devotissimo a sua volta alla Beata Vergine, di eccezionale osservanza della Regola nella vita comune e patrono della gioventù con San Luigi Gonzaga e San Giovanni Berchmans.
Frequentò dal 1926 al ’30 il Collegio Brignole Sale a Genova diretto dai Padri Lazzaristi ed ebbe come docenti i Professori Cocchi, Bo etc.
Venne ammesso alla professione solenne il 26 Dicembre 1929.
IL 14 Giugno del 1930 diviene sacerdote.

Fu uno dei fratelli maggiori e più autorevoli della famiglia spirituale di Padre Pio da Pietralcina.

ll vincolo spirituale tra i due sacerdoti e la loro concorde azione apostolica ebbero benefica influenza sulle anime, nel raggio della suddetta figliolanza spirituale.
L’ultimo incontro tra i due Pii avvenne per la morte di San Pio da Pietralcina il 23 Ottobre 1968 .
Fra Pio ne vegliò a lungo la salma in preghiera.

” Dietro le orme di Gesù anche le spine non pungano più…Non è a dire che non risentano, perché così non sarebbero meritevoli, ma Lui ci dà tale una grazia che si soffre volentieri.
Anzi si va in cerca di soffrire, specialmente nel rinnegamento della propria volontà, per fare la Sua…”

Morì alle 20,30 del 12 Dicembre del 1976, dopo lunghe sofferenze sopportate con abnegazione ed infinita umiltà, continuando fino all’ultimo nel suo apostolato di preghiera e di amore verso il prossimo.

Esortazioni del Servo di Dio

* Fiducia in Dio e nella Madonna, perché non abbandonano alcuno.

* E’ necessario uniformarsi alla santa volontà di Dio, il quale fa ogni cosa per il maggior bene delle anime.

* Non è da cristiani, e tanto meno da religiosi, disperarsi o avvilirsi alle prove…
Ai piedi del Tabernacolo dobbiamo attingere la forza d’animo necessaria per portare rassegnati la nostra croce e dare conforto agli altri.

* Dietro le orme di Gesù anche le spine non pungano più…

* I mezzi che la Chiesa ci indica sono quelli che Gesù ci ha dato: i sacramenti e la preghiera costante.

* La Madonna!…Amate la Madonna…donatevi alla Madonna.

“Ave Maria!
La dolcissima Madre Maria
ci benedica sempre;
La sua benedizione
resti sempre su di noi”.

Padre Pio Dellepiane

Preghiera per impetrare grazie a intercessione del Venerabile Padre Pio Dellepiane

Dio onnipotente e misericordioso, che provvedi a rivelarti agli umili e puri di cuore, apri la nostra mente allo splendore della tua verità e attira il nostro cuore all’amore del Figlio tuo Gesù Cristo affinché con le tue grazie necessarie, riceviamo il tuo santo aiuto.
Te lo chiediamo a intercessione del tuo servo PIO, che si dedicò alla conversione delle anime e alla carità verso i più poveri, nell’umiltà e nella penitenza, con ogni abnegazione e zelo.

3 Gloria

————————————————————————–
Relazioni di grazie e offerte per la Causa
inviarle al Postulatore dei Minimi
Via Sant’ Andrea Delle Fratte, 1 – 00187 Roma

Comments are closed.